Alzare il livello (dello scontro..)

Il livello della politica italiana è questo:
Berlusconi attacca chi gli vuole vivisezionare il cane: “Grillo vuole fare del male a Dudù…”
Grillo intanto avverte Renzi che rischia la Lupara bianca: “Prevenire è meglio che curare. La lupara bianca attende Renzie che in fondo è uno smargiasso, ma va avvertito…”.
Renzi, mentre si scalda per la partita del cuore, tuona: “Non mandate i buffoni in Europa, domenica prossima si vota tra due schieramenti: da un lato i gufi – che sperano che il Pil vada male – e dall’altra ci siamo noi, che siamo imperfetti, ma siamo dei ragazzi che hanno cercato di fare qualcosa in 80 giorni”.
Insomma: Dudù, la lupara e le (poco) velate minacce, i Gufi e quei bravi ragazzi.. il livello è questo: e i personaggi sono povera cosa, rimestatori di consenso ma non costruttori di senso.
Misure di austerità insostenibili, discussione del debito, povertà e ricchezza, redistribuzione delle risorse: sono per loro discorsi alieni, e la tristezza è che questi discorsi appaiono alieni anche a chi li vota e queste cose le subisce: è come se uno volesse risolvere i suoi problemi affidandosi a Wanna Marchi e al mago Do Nascimiento.
La realtà è che nei prossimi anni in Europa ci sarà uno scontro sociale di vaste dimensioni: bisogna prepararsi a tutto questo e alzare il livello altrimenti si resterà schiacciati non solo dalla miseria ma anche dall’ignoranza (che in qualche misura è pure peggio).
E’ per questo che alle Europee voterò per Alexis Tsipras e per la lista dell’Altra Europa che in Italia lo rappresenta, scegliendo di dare la preferenza (quella che hanno tolto in tutte le altre elezioni..) a quei candidati che più apprezzo. Sapendo benissimo, peraltro, che questa lista non è la panacea di tutti i mali e che la politica è fatta anche di contraddizioni, ma consapevole del fatto che, quantomeno, mi sono del tutto chiare le motivazioni che mi spingono a schierarmi.

Buona fortuna a tutti noi,
Paolo Soglia

2 pensieri su “Alzare il livello (dello scontro..)

  1. Temo di dover ragionare per esclusione. Non voterò sicuramente che parla di “lupare bianche” e di tanto altro probabilmente senza conoscerne il senso. L’uso reiterato di termini ad effetto porta a svilire il significato che quei termini hanno e si passa dalla mafia a Dudu come argomenti alla pari. Non mi convince Renzi che, preso dalla fobia del sorpasso, risponde a Grillo colpo su colpo e non vede l’Europa ma solo il riverbero nazionale delle elezioni di domenica. Non mi convince Tsipras , comunque portatore di un’idea di “sola opposizione” e, dopo aver ascoltato Casarini a piazza pulita proprio stasera! anche di qualche candidato imbarazzante. Certo, anche negli altri schieramenti la materia non manca ma, dovendo valutare per differenza, ritengo di non poter avere nulla in comune col prefetto candidato. Escludo Berlusconi….. Allora che rimane ? Tra questi, rifiutando la logica della scheda bianca ed escludendo a priori anche il pessimo Grillo, dovrò comunque scegliere. Che fare ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...