AAA Italia vendesi

invasioniPrima di vendere Alitalia, azienda ampiamente decotta già da anni, la premiata coppia Berlusconi / Bossi ha imposto ai cittadini un esborso a fondo perduto di 5 miliardi per un finto salvataggio. Una somma maggiore di quella che si cerca affannosamente di raccattare ora tra Imu e Iva. Piccolo particolare: allora Airfrance era disposta a pagare Alitalia molto più di quanto non farà adesso. Precedentemente il Governo D’Alema e l’allegro centrosinistra avevano giocato con Telecom agevolando scalate temerarie pagate dalle banche (quindi senza metterci un euro, tutto a debito…). Il risultato attuale è la svendita di Telecom Italia a Telefonica, gruppo altrettanto indebitato. Ma la vera porcheria è che con Telecom danno via la rete.
Chi se ne frega del gestore di servizi, è la rete il valore strategico che bisogna tutelare, un bene comune che andrebbe reso nuovamente pubblico affidando ai vari gestori il suo uso a titolo oneroso.
Abbiamo una classe dirigente politica e imprenditoriale fatta quando va bene di banditi, quando va male di cialtroni o di prezzolati, pronti a vendersi il paese a pezzi pur di lucrare qualche vantaggio politico o personale. Finito con le aziende si venderanno i beni culturali e poi quelli paesaggistici, dal Colosseo alle spiagge, insomma tutto il vendibile. Tranne ovviamente il loro culo: quello l’hanno già dato via da un pezzo…

Paolo Soglia

Annunci